Istruzione online, ecco gli strumenti per aiutare i bambini

Da più di un mese i banchi di scuola sono vuoti. In un periodo storico complicato, a essere in emergenza è anche l’istruzione dei nostri figli. Il Ministero dell’Istruzione ha deciso dunque di attivare le lezioni online, in modo da permettere a studenti e insegnanti di portare avanti il programma.

Il piano sembra funzionare per gli allievi di medie, superiori e università, ma i bambini? Sì, perché al di là degli strumenti tecnologici a disposizione, i piccoli delle elementari non hanno le basi per poter imparare da casa. Hanno bisogno di una spiegazione dettagliata e i loro tempi di apprendimento sono più lunghi, quindi come aiutarli?

L’istruzione attraverso Whatsapp

Prima di tutto, bisogna prendere atto che non tutte le famiglie e maestre dispongono degli strumenti digitali adeguati alle lezioni online. Non tutti hanno un pc e una connessione internet fissa, ma quasi sicuramente tutti dispongono di uno smartphone con connessione dati e Whatsapp.
L’applicazione di messaggistica diventa quasi fondamentale per restare in contatto con le maestre. Quest’ultime, infatti, possono utilizzarla per assegnare compiti e inviare spiegazioni e schede di approfondimento. Come suggerisce il Ministero, non bastano due righe di spiegazione. Ecco perché, se non è possibile usufruire delle piattaforme online, le maestre possono registrare delle video-lezioni da inviare poi sulle chat di classe.

I genitori, YouTube e le applicazioni

In questa situazione particolare e complicata, i genitori svolgono un ruolo fondamentale. Armatevi quindi di pazienza e aiutate più che potete i vostri bambini. Preparate degli schemi e dei riassunti, e pensate a degli esercizi e attività didattiche. In questo caso, ancora una volta, a venire in vostro aiuto è la tecnologia. Su YouTube esistono dei canali di alcune maestre che spiegano attraverso video e immagini materie come la grammatica e la matematica. Per esempio i canali “Maestra Giulia” e “risorse didattiche scuola primaria”.

Unire gioco e apprendimento potrebbe essere un’arma vincente. Dallo store dello smartphone si possono scaricare diverse applicazioni per imparare numeri, lettere e giocare con la grammatica. Qualche esempio: “Impara l’italiano” e “Funny Food”. Ultimo, ma non per importanza, possiamo aiutare i bambini leggendo con loro, tanto e spesso. I libri sono uno strumento utilissimo per far apprendere loro nuove parole e la grammatica. Anche usufruire delle vecchie enciclopedie, dei dizionari e degli atlanti può essere un grande aiuto.

Gli strumenti del Ministero dell’Istruzione e i blog

Il Ministero dell’Istruzione fornisce degli strumenti che possono essere utilizzati da tutti. Ecco quindi che “Rai per la didattica”, che comprende Rai Scuola e Rai Storia, e “Treccani scuola” diventano quasi indispensabili. Infine, internet è pieno di blog di maestre che mettono online schede di spiegazione ed esercizi, sia online, sia scaricabili, come “Ciao Maestra” e “Maestra Pam”. Per chi non avesse una stampante, basterà copiare gli esercizi su dei fogli. Tra i tanti siti, uno strumento importante può essere “Risorsedidattiche.net” che offre tantissimi materiali didattici per le elementari.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: