L’educazione dei bambini ad un uso consapevole del web

Nell’era digitale la sicurezza informatica è diventato un tema di dibattito quotidiano. Diventa sempre più difficile proteggere le proprie informazioni digitali in un’epoca in cui le persone trascorrono in rete gran parte del loro tempo. Le più esposte ai rischi della rete sono le nuove generazioni che non hanno una conoscenza approfondita sulla sicurezza informatica. I bambini nati dal 2000 in poi sono chiamati “nativi digitali”. Sono cresciuti attraverso il telefonino, il telecomando ed i videogiochi e sempre più piccoli hanno padronanza con degli apparecchi elettronici.

Sicurezza digitale, i rischi per le nuove generazioni

I bambini ed i ragazzi di oggi hanno sempre meno tempo libero. Molto spesso, peraltro, lo trascorrono da soli nella propria cameretta senza molte interazioni con i pari età se non attraverso mediante i mezzi telematici. Spesso genitori e docenti non riescono a rilevare nei ragazzi la dipendenza da internet fino a quando questa non si manifesta nella sua gravità. Il disagio di questi bambini, infatti, viene a galla attraverso un progressiva riduzione della capacità di concentrarsi in classe. Questo a fronte anche di una crescente irritabilità e di una limitata comunicazione con compagni e famigliari.

Safer Internet Day: connessi e sicuri in rete

Nell’ottica di sensibilizzare le nuove generazioni sui problemi della sicurezza legati al mondo virtuale è nato il Safer Internet Day. E’ stato istituito e promosso dalla Commissione Europea nel 2004, che si celebra ogni anno nel mese di febbraio. Un momento di riflessione, rivolto soprattutto ai bambini ed ai ragazzi, sull’uso consapevole della rete e sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno per renderla un luogo positivo e sicuro.

Il Safer Internet Day è un appuntamento annuale a cui istituzioni, scuole e associazioni che hanno attività da promuovere per sensibilizzare a un uso più responsabile e consapevole della rete, sono chiamati a presentarsi. Anche la scuola bilingue dell’infanzia e primaria Sant’Anna di Chieri, da sempre sensibile ai problemi delle nuove generazioni, organizzerà prossimamente un incontro di sensibilizzazione sull’utilizzo consapevole della rete. L’incontro sarà curato da professionisti della comunicazione e dalle forze dell’ordine per accrescere nei docenti e nei genitori le conoscenze sui rischi connessi al mondo del web, con particolare attenzione al fenomeno del cyberbullismo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: