Scuola Paritaria | Infanzia e Primaria | Bilinguismo | Sant'Anna Chieri

Più di 170 anni di storia chierese

L’Istituto Sant’Anna ha sede nel cuore del centro storico di Chieri, esattamente al vertice di Piazza Mazzini. Al numero 3 bis dell’antica piazza del mercato, troneggia la struttura scolastica che comprende i locali di Palazzo Mercadillo, costruito intorno al '400 dalla famiglia De Albergo, e gli annessi locali posti lungo Via Giacomo, oggi appunto sede delle scuole elementari e dell'asilo infantile Sant'Anna. La vista dalle finestre della Scuola, illuminate dal sole, si affaccia alla base sull’Arco Trionfale di Chieri e Via Vittorio Emanuele II, corso pedonale principale lungo il quale si snodano la vita cittadina e i negozi del centro. Storicamente l’Istituto Sant’Anna di Chieri è stato fondato nel 1847 come Asilo di Carità. Questa denominazione nella storia della scuola indica una particolare tipologia di struttura, adibita in Europa con l’avvento dell’era industriale, affinché custodisse i bambini degli operai fornendo loro una prima educazione e istruzione, con l’obiettivo di evitare che accedessero alle scuole elementari assolutamente impreparati. 

SCUOLA PARITARIA SANT'ANNA

Infanzia e Primaria 

La scuola si prefigge di essere una comunità educante dedicata alla formazione culturale e sociale dei bambini. Per questo ogni qualità è di fondamentale importanza: ognuno custodisce sfumature del proprio carattere, capacità che vanno accresciute ed aiutate ad emergere per la loro tipicità. Questo comporta una grande attenzione costruita e ritagliata intorno al singolo individuo e non indeterminata per tutti.

Dal 1914, l’anno che come sappiamo ha cambiato per sempre la storia, è denominato e mantiene il nome di “Asilo Infantile S. Anna e Scuole Elementari” e diventa un Istituto di Pubblica Assistenza e Beneficenza senza fini di lucro (IPAB). Si tratta di un organismo di diritto pubblico che, secondo la legge italiana, indica un soggetto giuridico collettivo il quale, pur assumendo la veste formale di ente di diritto privato, resta sottoposto ad un regime tipico delle applicazioni delle regole dell'evidenza pubblica; un ente insomma, dotato di personalità giuridica, che viene istituito per soddisfare specifiche esigenze e sottoposto a forme di influenza pubblica. 

L’Istituto Sant’Anna a Chieri è quindi gestito da un Consiglio di Amministrazione composto da un Presidente affiancato da dieci Consiglieri. Oltre ai componenti dello scheletro amministrativo della scuola chierese, operano da oltre 180 anni in questa realtà le Suore di Sant’Anna, ordine religioso fondato a Torino il 10 dicembre 1834 dai coniugi Giulia e Carlo Tancredi di Barolo, per continuare nella Chiesa la loro missione educativa a servizio dei piccoli e dei giovani. La Congregazione è posta sotto la protezione di Sant’Anna, dall’antichità modello di madre ed educatrice. Sant’Anna secondo le scritture è la madre della Vergine Maria e per quanto di lei non ci siano notizie storiche precise, il suo nome deriva dall’ebraico “Hannah” e significa “Grazia”. Sant’Anna non è ricordata nei Vangeli canonici; ne parlano invece i Vangeli Apocrifi ed in particolare il Protovangelo di San Giacomo. In seguito, precisamente nel 1880, l’Istituto di Chieri viene intitolato a Vittorio Emanuele II, ultimo re di Sardegna e primo re d’Italia.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

L'Istituto Sant'Anna si trova a Chieri, in piazza Mazzini 3 e ad un passo dal centro storico e dalla via principale. Puoi seguire iniziative, notizie ed informarti sulle iscrizioni attraverso i maggiori social di riferimento come Facebook e Instagram, o semplicemente chiamando o inviando una mail alla segreteria nell'area riservata ai Contatti.

“Dal frutto si conosce l’albero” (Matteo 12,33)

Noi conosciamo il frutto dell’annosa pianta: la Vergine Maria che, preservata dal peccato fin dal concepimento, diede alla luce Gesù, divenendo così tabernacolo vivente del Figlio di Dio. Dalla preziosità e santità del frutto, conosciamo la grandezza della pianta: i santi genitori Gioacchino ed Anna. Il loro culto si diffuse prima in Oriente, dove la prima manifestazione del culto a Sant’Anna risale al tempo di Giustiniano che a Costantinopoli fece costruire una chiesa in suo onore nel 550 circa. Intorno al X secolo il culto di Sant’Anna si estende anche in Occidente, affermandosi fortemente nell’Europa settentrionale. Nel 1584 papa Gregorio XIII decide di inserire la celebrazione di S. Anna nel Messale Romano, divulgandone la parola a tutta la Chiesa. Il ricordo liturgico di S. Gioacchino dapprima è lasciato in disparte e poi inserito nel calendario in data diversa rispetto a quella della sua sposa Anna. Con la riforma liturgica seguita al Vaticano II, i Santi Genitori della Vergine sono stati “ricongiunti” in un’unica celebrazione, il 26 luglio. Sant’Anna è considerata patrona di varie arti e mestieri poiché ha insegnato a Maria i lavori domestici ed è patrona delle nonne, delle mamme, delle donne in attesa e delle partorienti, poiché lei ha dato al mondo il capolavoro dell’umanità. Noi la consideriamo donna della fede, custode della speranza e madre piena d’amore. A Lei, che ha dato alla luce Maria, guardiamo come nostro modello e a Lei affidiamo la nostra missione di far crescere e accompagnare le nuove generazioni verso la piena felicità, affinché l’umanità ritorni immacolata e in tutti  risplenda l’immagine di Dio che ci ha creati. Fino ad oggi l’Istituto Sant’Anna di Chieri si conferma essere un fondamentale riferimento educativo per generazioni di giovani chieresi, sia per quanto rimane profondamente legato alla tradizione storica e biblica da cui proviene, ma anche per com’è felicemente rivolto a sviluppi ed ampliamenti nei decenni che verranno.

Questo sito non utilizza Cookies e/o sistemi di Retargeting. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi